Il Brasile sarà la sede della Coppa del Mondo nel 2014. Dopo che la Fifa aveva indicato che sarebbe stato un paese sudamericano ad ospitare i Mondiali del 2014, la Conmebol ha deciso all'unanimità, in una riunione del suo esecutivo ad Assuncion in Paraguay, che sarà in Brasile. 

Il Brasile ospiterà così per la seconda volta i Campionati del Mondo dopo il 1950. La decisione verrà omologata dalla Fifa nel 2008, con il Brasile che apparirà come unico candidato. A nulla è servita l'iniziativa congiunta di Argentina e Cile, portata dal presidente dell'AFA Julio Grondona. 

"E' un giorno molto felice per l'America del Sud e per tutti i rappresentanti del comitato esecutivo, il Brasile ospiterà la Coppa del Mondo 2014". Ha detto il presidente della Conmebol, Nicolas Leóz. 

Notevole soddisfazione è stata espressa anche dal presidente della Federcalcio brasiliana, Ricardo Texeira, che con undici anni di tempo per preparare le città, si fa garante della capacità del Brasile di promuovere un evento di prima linea. 

“Il Brasile ha grandi aeroporti, un buon sistema di telecomunicazioni e la Coppa finirà per portare molti effetti positivi, come maggiori investimenti. E’ chiaro che abbiamo bisogno di migliorare la struttura degli stadi, ma non abbiamo bisogno di agire in fretta, come è successo agli altri paesi che hanno avuto solo sei anni”. 

Texeira ha aggiunto di aspettarsi l’appoggio delle altre federazioni sudamericane e ha detto che il numero delle città-sede dipenderà dal numero delle formazioni partecipanti. 

“Se saranno 36 squadre, avremo bisogno di 12 città”. Spiega il presidente della CBF. “Siamo riusciti ad ospitare i giochi Panamericani del 2007 e ora anche la Coppa del Mondo. Dobbiamo avere l’appoggio delle altre federazioni”.